Coldiretti Trentino Alto Adige

Aperto il 6°Bando Giovani Agricoltori 2021 – PSR Provincia di Trento

A cura di Tommaso Mozzi

Con Delibera n°779 del 14 maggio 2021, la Giunta Provinciale, ha approvato i criteri riferiti alla Misura 6.1.1 – Piano di Sviluppo Rurale – 6° bando “aiuti all’avviamento di imprese per giovani agricoltori” per l’anno 2021. Gli aiuti sono diretti ai giovani che si insediano per la prima volta come capo azienda in un’impresa agricola.

La misura vuole contrastare l’invecchiamento progressivo dell’età media degli imprenditori e la scarsa propensione ad introdurre innovazioni tecnologiche e gestionali del settore agricolo, fattori che determinano l’impossibilità di competere con le imprese di altre aree in termini di specializzazione ed innovazione.

In attesa della modifica al piano finanziario del PSR della Provincia Autonoma di Trento, per il periodo transitorio, alla data odierna, risultano disponibili per questo bando € 240.000,00.

Beneficiari

Può beneficiare dell’ operazione 6.1.1 il giovane agricoltore: una persona che non abbia ancora compiuto i 40 anni al momento della presentazione della domanda, che possiede adeguate qualifiche e competenze professionali e che si insedia per la prima volta in un’azienda agricola in qualità di capo dell’azienda.

L’insediamento

Per insediamento si intende un processo in itinere che inizia con l’assunzione per la prima volta della gestione e della responsabilità civile e fiscale di un’azienda agricola. La data di insediamento decorre dalla data di richiesta di apertura della partita IVA agricola all’Agenzia delle Entrate o dal giorno della costituzione della nuova società o modifica societaria nel caso di inserimento del giovane in società agricola preesistente. Per i bandi 2021 tali date non devono essere anteriori di 18 mesi rispetto alla presentazione della domanda di contributo.

Il giovane dovrà assumere e mantenere la condizione di imprenditore agricolo a titolo principale per almeno 10 anni dalla data di presentazione della domanda di pagamento finale salvo casi di forza maggiore e circostanze eccezionali. Allorché la domanda di finanziamento riguardi un’azienda di proprietà di una persona giuridica, il giovane deve esercitare il controllo efficace e a lungo termine sulla persona giuridica in merito alle decisioni connesse alla gestione, ai benefici ed ai rischi finanziari.

L’insediamento si conclude al massimo entro tre anni dalla determina di finanziabilità, con la corretta attuazione del piano aziendale.

 Tipo di sostegno

L’ammontare del premio sotto forma di importo forfettario è pari a € 40.000,00. L’erogazione del sostegno sarà liquidata in due rate. La prima rata pari all’importo di € 30.000,00 a seguito dell’approvazione della decisione dell’aiuto. La seconda rata a saldo di € 10.000,00 a seguito della verifica della corretta attuazione del piano aziendale. Trattandosi di un aiuto forfettario non è direttamente collegabile ad investimenti.

 Priorità

I beneficiari saranno selezionati mediante i seguenti criteri escludendo coloro che non raggiungono il punteggio minimo individuato nel bando per l’Operazione.

Caratteristiche del beneficiario in ordine di importanza:

  • età del richiedente dando priorità ai più giovani;
  • professionalità già acquisita al momento della domanda.

Caratteristiche dell’azienda agricola in ordine di importanza:

  • aziende create ex-novo;
  • aziende che adottano i metodi dell’agricoltura biologica;
  • aziende il cui centro aziendale ricade sopra gli 800 metri;
  • orientamento tecnico economico prevalente dell’azienda agricola dando priorità per ordine di importanza al settore zootecnico, al settore viticolo ed infine al settore frutticolo.

A parità di punteggio si riserva la priorità alla domanda ai richiedenti più giovani, considerato che l’obiettivo della misura è il ringiovanimento del tessuto imprenditoriale, e in subordine alle donne.

Massimali di reddito

L’azienda agricola in cui il giovane si insedia deve avere una dimensione economica standard compresa tra € 10.000 € e € 150.000 al momento della domanda. Tali valori sono dedotti dalle specifiche tabelle Inea. Nel caso di insediamento congiunto tali importi sono da considerarsi per ogni giovane insediato o imprenditore a titolo principale.

Capacità professionale

Qualora alla presentazione della domanda di aiuto le adeguate qualifiche e competenze professionali non fossero acquisite è tollerato un periodo non superiore a 36 mesi dalla data della singola decisione di concedere il sostegno, per acquisire tali competenze.

 Il piano aziendale

Il piano aziendale deve fornire elementi sufficienti a consentire la valutazione del conseguimento degli obiettivi e deve descrivere:

  1. a) la situazione di partenza dell’azienda agricola;
  2. b) le tappe essenziali e gli obiettivi per lo sviluppo delle attività dell’azienda; sotto il profilo aziendale andrà descritta l’organizzazione dell’impresa, la strategia organizzativa e la forma giuridica;
  3. c) i particolari delle azioni, incluse quelle inerenti alla sostenibilità ambientale ed all’efficienza delle risorse, occorrenti per lo sviluppo delle attività dell’azienda agricola quali investimenti, formazione, consulenza o qualsiasi altra attività.

Il piano aziendale potrà essere oggetto di revisione pur garantendo il mantenimento delle tappe minime necessarie per il raggiungimento degli obiettivi per lo sviluppo delle attività. Il piano aziendale dovrà essere realizzato entro il periodo massimo di tre anni dalla data di concessione del contributo. Ricorso alla possibilità di combinare diverse misure tramite il piano aziendale che consente al giovane agricoltore l’accesso a tali misure.

Nei prossimi mesi sarà attivata la misura 4.1.1 del PSR per il “Sostegno a investimenti nelle aziende agricole” indispensabile per agevolare lo sviluppo delle idee di progetto delle singole imprese.

La domande per il 6° bando dell’operazione 6.1.1 – “aiuti all’avviamento di imprese per giovani agricoltori” possono essere presentate esclusivamente on-line sul portale dedicato SRTrento. Il periodo utile alla presentazione delle domande va dal 17 maggio al 15 LUGLIO 2021.

 

Gli uffici del CAA Coldiretti della provincia di Trento sono a disposizione per qualsiasi informazione utile alla presentazione delle domande.

 

 

Copyright © 2018 Made by Commfabrik Srl. Theme design by Ancora Themes. All rights reserved.

E’ ATTIVO IL NUOVO SITO COLDIRETTI TRENTINO ALTO ADIGE

CLICCA SU QUESTO LINK

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l’esperienza di navigazione, per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso e per facilitare la condivisione di informazioni. Per ulteriori informazioni puoi consultare la nostra Informativa, cliccando su "Leggi l'informativa sui Cookie", dove abbiamo indicato come revocare o modificare il consenso all'uso dei vari cookie. Se prosegui nella navigazione o fai clic su “Accetto”, acconsenti all’uso dei cookie di terze parti . Leggi l'informativa sui Cookie

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi

WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux